fbpx
LA FORMAZIONE DI UN EDUCATORE CINOFILO

approccio, contenuti, struttura dei percorsi formativi…

Il riconoscimento della qualifica

In Italia non esiste un vero e proprio riconoscimento giuridico della qualifica di Educatore Cinofilo. Sebbene questo termine venga citato in diverse norme attuative, in particolare la prima volta appare nel 2009, non esistono dei parametri normativi che inquadrino la professione in maniera univoca, indicando chi è e soprattutto quali sono le competenze che dovrebbe possedere.
Da qui ha origine una grande confusione, soprattutto per coloro i quali si affacciano per la prima volta al mondo della cinofilia e non sanno da che parte girarsi.

Il Sistema Nazionale delle Qualifiche

In un’ottica di uniformità Nazionale, OPES CINOFILIA, un Ente di promozione sportiva affiliato al CONI, ha deciso di adeguarsi al Sistema Nazionale delle Qualifiche (SNaQ).
Lo SNaQ è un protocollo in vigore all’interno del CONI da molti anni. Esso ha l’obiettivo di uniformare, su tutto il territorio nazionale, le qualifiche in ambito sportivo.
La cinofilia è riconosciuta dal CONI stesso come una disciplina sportiva, quindi OPES ha ritenuto opportuno adeguarsi allo SNaQ, come può fare qualsiasi altro Sport.
L’adeguamento a un sistema di qualifiche unico porta all’uniformità e all’omogeneità dei corsi di formazione programmati per il raggiungimento delle qualifiche stesse. In questo modo è possibile avere la sicurezza di dire che l’educatore cinofilo opes cinofilia formatosi in Valle d’Aosta presso un’ASD “X” ha avuto la stessa formazione dell’educatore cinofilo opes cinofilia formatosi in Sicilia presso un’ASD “Y”.
Ovviamente OPES CINOFILIA ha redatto, con il contributo dei massimi esperti del settore, dei disciplinari formativi che indicano gli obiettivi specifici di ogni corso, le ore di formazione, i contenuti ed il programma dettagliato. Inoltre richiede l’invio dei Curricula dei docenti che prendono parte al corso, in modo da monitorare costantemente il livello di qualità formativa in ogni ASD affiliata.

La formazione targata OPES ITALIA CINOFILIA

La formazione in OPES, allineandosi con lo SNaQ, si struttura su quattro livelli formativi che attribuiscono quattro qualifiche:

  1. Educatore Cinofilo, livello base
  2. Educatore Cinofilo, livello avanzato
  3. Tecnico Cinofilo
  4. Formatore Cinofilo

Il passaggio da una qualifica alla successiva si basa sul raggiungimento di un certo numero di crediti formativi.
La qualifica di Educatore Cinofilo livello base si raggiunge accumulando 10 crediti.
La qualifica di Educatore Cinofilo livello avanzato si raggiunge accumulando 20 crediti (10 già raggiungi con la qualifica del base più altri 10 da accumulare).
La qualifica di Tecnico Cinofilo si raggiunge accumulando 30 crediti (20 già raggiungi con la qualifica dell’avanzato più altri 10 da accumulare).
La qualifica di Formatore Cinofilo si raggiunge accumulando 50 crediti (30 già raggiungi con la qualifica del Tecnico più altri 20 da accumulare).
I crediti formativi sono ottenuti partecipando a corsi di formazione, stage ed eventi riconosciuti dall’Ente.
Ad esempio, per diventare educatore cinofilo livello base esiste un corso di formazione specifico di 96 ore teorico-pratiche che attribuisce, superato l’esame, il totale dei 10 crediti formativi necessari per l’ottenimento della qualifica.
L’educatore cinofilo di livello base può accedere quindi al corso di formazione per diventare educatore cinofilo livello avanzato, che conta 120 ore di formazione teorico-pratiche e permette il raggiungimento dei 20 crediti formativi necessari al riconoscimento della qualifica.
Dopo questi due primi step formativi, le possibilità si ampliano notevolmente, e OPES offre una vasta gamma di corsi, stage, webinar ed eventi per permettere agli educatori avanzati di accumulare crediti e raggiungere la qualifica di Tecnico e, successivamente, di Formatore Cinofilo.
Infatti un Educatore Cinofilo di livello Avanzato ha accesso ai corsi per diventare Istruttore Cinofilo di una disciplina cinosportiva specifica, come Istruttore Cinofilo Agility o di Rally Obedience. Oppure può scegliere altri corsi cinotecnici come il corso Tecnico in Riabilitazione Comportamentale del cane.
Ogni corso, sia esso per una disciplina cinosportiva o per una qualifica cinotecnica, fornisce un certo numero di crediti (calcolati sulla base delle ore formative, delle ore di studio previste e di un altro certo numero di fattori) che l’Educatore può accumulare fino a un massimo di 50.
Raggiunti i 50 crediti, per ottenere a tutti gli effetti la qualifica di Formatore Cinofilo, è necessario frequentare un corso specifico, al termine del quale sarà rilasciato il riconoscimento.
I percorsi formativi così strutturati permettono di avere una base di contenuti e competenze univoci per tutti gli Educatori Cinofili, i quali hanno poi la possibilità di scegliere di specializzarsi nel settore che più li appassiona.
I due corsi di formazione per diventare Educatore Cinofilo livello avanzato infatti pongono le basi che saranno poi indispensabili per qualsiasi altro percorso e qualifica scelti successivamente.
Tutte le Associazioni affiliate ad OPES si impegnano a seguire la carta dei valori dell’Ente, e basano i percorsi formativi insegnando l’approccio cognitivo-relazionale verso il cane, escludendo ogni tipo di coercizione, forzatura o azione che può andare a compromettere la salute psico-fisica del soggetto.

Chi è e cosa può fare l’Educatore Cinofilo

Il corso di formazione per Educatore Cinofilo si struttura in due livelli: base e avanzato. Tutta la formazione per acquisire la qualifica di educatore cinofilo corrisponde ad una durata di più di un anno.

Il livello base…

… consta di un totale di 96 ore di formazione generalmente suddivise in 6 weekend. Per permettere l’allenamento del binomio e garantire i giusti tempi di studio, il corso si distribuisce in 6 mesi, impegnando quindi un solo weekend al mese. L’esame, che prevede una prova teorica e una prova pratica, viene programmato a distanza di 3 o 4 settimane dall’ultimo modulo formativo.
Le ore di teoria totali sono 52. Le ore di pratica altre 44, effettuabili presso il Centro Cinofilo che organizza il corso e con l’eventuale supporto del proprio cane. In questo livello la teoria prevale sulla pratica perché si ritiene fondamentale porre delle solide basi scientifiche e nozionistiche prima di poter poi cimentarsi nel lavoro e nell’educazione del cane.
Al termine del corso l’Educatore Cinofilo livello base ha ancora tutto da iniziare: è impensabile sostenere una formazione completa attraverso 6 mesi di corso.
Il corso comprende infatti tutti quegli argomenti teorici che portano alla conoscenza del cane, della sua comunicazione, della corretta impostazione della relazione e del lavoro con lui/lei.

Tuttavia sono troppe le tematiche ancora da affrontare e l’esperienza da accumulare, dunque la qualifica è utile per quanto riguarda:

  • Consulenze pre-adozione
  • Attività di pensione o dog sitting
  • Divulgazione di una corretta cultura cinofila
  • Attività di Medico Veterinario o toelettatore
  • Assistenza all’Educatore cinofilo livello avanzato nei percorsi educativi con i binomi

Il livello avanzato…

… consta di 112 ore di formazione suddivise in 7 weekend distribuiti in 7 mesi. Anche in questo percorso l’esame, che prevede una prova teorica e una prova pratica, viene programmato a distanza di 3 o 4 settimane dall’ultimo modulo formativo.
Le ore di teoria totali sono 48, le ore di pratica 64. In questo caso la pratica prevale la teoria: diventa fondamentale per un Educatore stare in campo, osservare binomi, imparare a valutarli e a ideare attività ed esercizi con obiettivi specifici e funzionali, volti a migliorare la relazione tra cane e proprietario.

L’Educatore Cinofilo livello avanzato, previo un periodo di tirocinio fortemente consigliato, può:

  • Strutturare percorsi di educazione lavorando a stretto contatto con il proprietario ed impostando un percorso di training personalizzato finalizzato al miglioramento della relazione e della comunicazione all’interno del binomio, con lo scopo di migliorare il benessere del cane e la sua autorealizzazione. Questi percorsi possono essere rivolti a cuccioli, adulti e anziani, a patto che siano “normo-comportamentali”. Infatti non ha ancora acquisito le competenze per affrontare un percorso di Riabilitazione Comportamentale
  • Collaborare con Istruttori Cinofili nei percorsi di avviamento all’Attività Sportiva Cinotecnica.
  • Collaborare con il Tecnico in Riabilitazione Comportamentale nei percorsi di riabilitazione per cani che manifestano criticità.
  • Effettuare consulenze pre-adozione e occuparsi dell’inserimento del cane, sia esso cucciolo, adulto o anziano, all’interno del nucleo familiare.

Chi è e cosa può fare l’Istruttore Cinofilo

All’interno di OPES CINOFILIA la figura dell’istruttore cinofilo si occupa della formazione di binomi all’interno di una disciplina sportiva.
I percorsi formativi per diventare Istruttore di una disciplina possono essere a ciclo unico o a loro volta strutturarsi in più livelli.
Le discipline sportive in OPES sono molteplici, tra cui:

  • Agility
  • City Dog Walk
  • Disc Dog
  • Fit4Dog
  • Hoopers
  • Mantrailing
  • Nose Game
  • Obedience
  • Rally Obedience
  • Ricerca e Soccorso
  • Soccorso Nautico Sportivo
  • Sport Agility Water
  • Sky Dog Running
  • Treibball
  • Truffle Detection
  • X Bite

e molte altre stanno prendendo forma. Ogni percorso formativo all’interno delle varie discipline fornirà all’Istruttore le conoscenze teorico-pratiche necessarie al raggiungimento degli obiettivi elencati nel disciplinare formativo.

Chi è e cosa può fare il Tecnico Cinofilo

All’interno di OPES CINOFILIA la figura del tecnico cinofilo si riferisce a particolari percorsi cinotecnici specializzati non inquadrabili nell’ambito sportivo, tra cui:

  • Tecnico in Riabilitazione Comportamentaleù
  • Tecnico in Cani da Assistenza
  • Tecnico Dog Ability Assistence
  • Tecnico Cani Specialmente Abili

L’Ente è in costante evoluzione, e amplia periodicamente la sua offerta formativa, per cui le qualifiche cinotecniche potrebbero aumentare. Ovviamente in base al tipo di percorso formativo scelto il Tecnico otterrà competenze specifiche e finalizzate agli obiettivi elencati nei disciplinari formativi consultabili sul sito.

Chi è e cosa può fare il Formatore Cinofilo

La qualifica individua Istruttori e Tecnici capaci di lavorare con compiti di responsabilità di team complessi in contesti nazionali e internazionali di alto livello, in grado di partecipare e dirigere attività di ricerca e formazione. I Formatori Cinofili saranno capaci di organizzare e gestire contenuti formativi specifici della loro professione, nonché gestire l’aula e i bisogni formativi emergenti.
Per l’ottenimento della qualifica, oltre al raggiungimento di 50 crediti formativi e requisiti specifici di attività professionale, è necessario frequentare un corso di formazione di 16 ore incentrato sulle capacità comunicative, motivazionali e di cooperazione con un team.

X